1

omegna masterplan turismo

OMEGNA - 26-06-2019 - Sono stati presentati ieri sera, martedì 25 giugno, al Forum di Omegna, i risultati del lungo lavoro dei tavoli di concertazione con le tante realtà portatrici di interessi che hanno partecipato alla prima fase dell’animazione del masterplan turistico della città. In questa fase si è giunti ad una analisi completa dei dati turistici e dell’ospitalità individuando i punti di forza, di debolezza le opportunità e le minacce dello sviluppo turistico di Omegna. Dopo i saluti istituzionali e le parole introduttive del sindaco Paolo Marchioni e della presidente del tavolo istituzionale del masterplan Raffaella Varveri, che hanno sottolineato le prime mosse dell’amministrazione con l’istituzione del bando per l’abbellimento delle facciate dei condomini, che dovrebbe essere deliberato nel prossimo consiglio comunale, e la presentazione pubblica, a breve, dei risultati del tavolo tecnico sulla viabilità, si è entrati nel vivo con l’intervento dei tecnici della società di consulenza “TurismOK”. Dall’analisi dei questionari online ricevuti, ben 300, e dai focus group svolti, emerge come ci sia poca sinergia tra i comuni e quindi sia necessario una maggiore collaborazione per uno sviluppo turistico integrato. Omegna, come il resto del territorio provinciale, vede un aumento delle strutture extra alberghiere  in particolare di alloggi ad uso turistico la cui promo-commercializzazione avviene attraverso i grandi portali online come AirBnB. In questo caso si nota la necessità di realizzare un coordinamento delle diverse strutture ricettive presenti sul territorio ed una gestione manageriale delle stesse. Gli operatori sono consapevoli che c’è la necessità di formarsi e di migliorare la propria conoscenza del territorio a cui va aggiunta una propensione agli investimenti ancora non adeguata. I punti più dolenti dell’analisi però rimangono infrastrutture, trasporti ed urbanistica dove si rilevano diverse mancanze di collegamenti tramite ferrovia, battelli e bus con il resto del lago d’Orta. Tra i primi trend di possibile sviluppo turistico oltre al rafforzamento del turismo culturale e del turismo scolastico i tecnici di TurismOK segnalano una forte opportunità legata all’outodoor in particolare al Mottarone  nella stagione estiva.

Samuel Piana

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.