1

scarpe rosse

NOVARESE -26-11-2021 --L’importanza del lavoro svolto dalla rete che si occupa delle donne vittime di violenza, ma anche la necessità di un cambiamento culturale, il mezzo più efficace per prevenire e far fronte al problema social: è il quanto emerso da numerosi interventi che si sono susseguiti durante la seduta del Protocollo d’intesa contro le violenze, convocato dalla Provincia di Novara in occasione della Giornata internazionale contro le violenze sulle donne.

Una seduta durante la quale sono stati forniti i dati riguardanti il territorio, ma che è stata occasione di riflessione da parte dei vari soggetti aderenti al Protocollo, sottoscritto per la prima volta nel 2007 e del quale fanno attualmente parte, oltre alla Provincia di Novara, la Prefettura, dalla Procura della Repubblica, dalla Questura, il Tribunale, il Comando del Gruppo provinciale Carabinieri, il Dipartimento Amministrazione penitenziaria-Ufficio esecuzione penale, l’associazione Cammino-Camera Nazionale Avvocati per la persona, le relazioni familiari e i minorenni, l’Ordine degli Avvocati, l’Ordine degli Psicologi, l’Azienda ospedaliero-universitaria “Maggiore della Carità”, dall’Asl Novara, i Comuni di Novara, Arona, Cameri e Oleggio, il Ciss di Borgomanero, il Cisa Ovest Ticino, il Cisas Castelletto Ticino, il Consorzio Casa Gattinara, il Ciss Cusio e la consigliera di parità nella persona di Anna Colombo.

Il consigliere provinciale delegato alle Pari opportunità Elena Foti ha ricordato che "l’Ufficio Pari opportunità da anni svolge da anni un servizio di accoglienza delle donne che necessitano di sostegno e supporto rispetto a varie problematiche, tra le quali rientrano quelle delle violenze e dei maltrattamenti. Il lavoro di rete svolto insieme con i vari organismi attivi nel nostro territorio e con i due Centri Antiviolenza, consente di dare risposte positive e immediate anche in situazioni emergenziali. Al servizio di accoglienza si aggiungono da parte dell’Ente quelli ormai consolidati dell’assistenza legale su base volontaria e gratuita da parte di circa trenta avvocati - con studio nel capoluogo e anche in provincia a Trecate, Oleggio e Borgomanero - e quello del sostegno psicologico, finanziato attraverso fondi specificamente erogati dall’Ente per circa 1.700 euro annui e destinato a un team formato da sei professionisti".

Nel periodo tra il 1° gennaio e il 31 ottobre di quest’anno, il servizio di accoglienza della Provincia ha primariamente gestito 13 casi di donne vittime di violenza, individuando il corretto percorso di tutela sulla base della valutazione delle singole situazioni e delle esigenze emerse. L’Ufficio Pari opportunità ha inoltre monitorato la problematica all’interno del Novarese per avere un quadro più completo relativo del 2021. Sempre nel periodo tra il 1° gennaio 2021 e il 31 ottobre scorsi, risulta che nel territorio di competenza abbiano avuto accesso ai servizi di rete 256 donne vittime di violenza, delle quali 158 italiane e una rilevante parte - in tutto 50 - di origine africana. Le rimanenti appartengono ad altre nazionalità. Oltre 100 le donne che sono state accolte dai Centri Antiviolenza della Provincia. Le altre hanno trovato assistenza da parte dei Centri servizi del territorio.La fascia di età che risulta maggiormente interessata dal fenomeno della violenza è quella tra i 35 e 44 anni, in tutto 107 donne. L’età media è leggermente più bassa rispetto agli anni precedenti. Sono poi state accolte 19 donne della fascia d’età tra i 18 e i 24 anni, 38 donne della fascia d’età tra i 25 e i 34 anni e 71 donne della fascia d’età tra i 45 e i 54 anni e, infine, 21 donne over 55 anni. Il numero dei figli minori coinvolti è di 191. Dalle varie relazioni svolte dagli operatori, risulta che la maggior parte delle donne abbia subito violenza fisica e psicologica, ma ci sono stati anche 8 casi di stalking e di 39 casi di violenza economica. Sul totale delle vittime sono state 155 le donne che hanno sporto denuncia.

 

Il sostituto procuratore presso la Procura di Novara Chantal Dameglio ha fornito ulteriori dati. "Nel 2020 – ha detto – risultavano iscritti 262 fascicoli come “codici rossi” e 16 “modelli 45”, quelli che riguardano fatti non costituenti notizia di reato, ma che vanno considerati come esposti che nascondono situazioni delicate. I numeri sono alti e i reati in crescita: il nostro compito è accertare il reato, ascoltando la vittima per renderci conto della situazione del contesto familiare e valutando gli elementi a carico e anche favore dell’indagato. Rispetto a maltrattamenti e situazioni di stalking, bisogna considerare con attenzione il rapporto che si crea tra il maltrattante e la persona offesa. E’ quindi importante il lavoro di rete sociale degli Enti e delle realtà che possono far sì che la vittima sia aiutata e non lasciata mai sola. La legge 69/2019 ci fornisce strumenti penetranti rispetto ai reati, ma le donne devono capire che anche solo uno schiaffo o un controllo serrato della loro vita sono segnali che nascondono una problematica. Capitano infatti i casi di donne di una certa età che si accorgono solo dopo un fatto eclatante di essere state maltrattate per una vita, sopportando tutto per amore della famiglia".

 

VIOLENZE SULLE DONNE: I DATI DEI SERVIZI TERRITORIALI

 

CENTRO SERVIZI PARI OPPORTUNITA’- PROVINCIA DI NOVARA
N. donne: 13
N. figli minori: 8
Nazionalità: Italia: 9; Marocco: 1; Tunisia: 1; Ucraina: 1; Albania: 1
Tipo di violenza: fisica: 9; psicologica: 11; stalking: 1
Denuncia: 9
Fascia di età: 18/24: 2; 25/34: 2; 35/44: 1; 45/54: 2; >55: 1

 

CISS BORGOMANERO
N. donne: 16
N. figli minori: 10
Nazionalità: Italia: 12; Europa Est: 1; Africa: 3
Tipo di violenza: fisica: 7 psicologica; 6 economica: 2; stalking: 1
Denuncia: non rilevato
Fascia di età: 18/24: 1; 25/34: 5; 35/44: 5; 45/54: 3; >55: 2

 

CISAS CASTELLETTO TICINO
N. donne: 13
N. figli minori: 13
Nazionalità: Italia: 9; Europa Est: 1; Africa: 2; Comunità Europea: 1
Tipo di violenza: fisica: 7; psicologica: 2; economica: 1; stalking: 3
Denuncia: 5
Fascia di età:18/24: 0; 25/34: 3; 35/44: 8; 45/54: 2; >55: 0

 

COMUNE DI ARONA
N. donne: 17
N. figli minori: 22
Nazionalità: Italia: 9; Sud America: 3; Nord Africa: 1; Sud Africa: 1; Est Europa: 3
Tipo di violenza: fisica: 3; psicologica: 9; economica: 0; stalking: 1; violenza passata: 5
Denuncia: 9
Fascia di età: 18/24: 2; 25/34: 3; 35/44: 5; 45/54: 6; >55: 1

 

CISS CUSIO
N. donne: 4
N. figli minori: 3
Nazionalità: Italia: 2; Nigeria: 1; Marocco: 1
Tipo di violenza: fisica: 2; psicologica: 1; economica: 1; stalking: 0
Denuncia: 4
Fascia di età: 18/24: 0; 30/39: n.2; 40/49: n.1; >55 : 1

 

CISA OVEST TICINO
N. donne: 57
N. figli minori: 50
Nazionalità: Italia: 25; Africa: 14; Europa Est: 10; Sud America: 8
Tipo di violenza: fisica: 16; psicologica: 39; economica: 2; stalking: 0
Denuncia: 46
Fascia di età: 18/24: 0; 25/34; 0; 35/44: n.36; 45/54: n.21; >55: 0

 

CONSORZIO CASA GATTINARA
N. donne: 3
N. figli minori 8
Nazionalità: Italia: 1; Senegal: 1; Nigeria: 1
Tipo di violenza: fisica: 1; psicologica: 1; economica: 1; stalking: 0
Denuncia: 3
Fascia di età: 18/24: 0; 25/34: 0; 35/44: 3; 45/54: 0; >55: 0

 

AIED
N. donne: 24
N. figli minori: 13
Nazionalità: Italia: 15; Europa Est: 4; Africa: 5
Tipo di violenza: fisica: 15; psicologica: 5; economica: 2; stalking: 2
Denuncia: 9
Fascia di età: 18/24: n.2; 25/34: 3; 35/44: 3; 45/54:11; >55: 5

 

CENTRO ANTIVIOLENZA NOVARA
N. donne: 67
N. figli minori: 72
Nazionalità: Italia: 46; straniere : 21
Tipo di violenza: fisica: 51; psicologica: 67; economica: 31; stalking: 0
Denuncia: 44
Fascia di età: 18/24: 7; 25/34: 14; 35/44: 27; 45/54: 14; >55: 8

 

CENTRO ANTIVIOLENZA AREA NORD NOVARESE
N. donne: 42
N. figli minori: 50
Nazionalità: Italia: 32; Germania: 1; Kenia: 1; Cina; 1; Senegal: 2; Cuba: 1; Tunisia: 3; Marocco: 1
Tipo di violenza: fisica: 25; psicologica: 17; economica: 0; stalking: 0
Denuncia: 28
Fascia di età: 18/24: 5; 25/34: 8; 35/44: 14; 45/54: 11; >55: 4

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.