1

funghi boletus

NOVARESE - 23-07-2021 -- Con l’approssimarsi della stagione di raccolta e vendita dei funghi freschi spontanei, l’Ispettorato Micologico del Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione (S.I.A.N.) dell’ASL NO, ha messo in atto diverse azioni a tutela della salute delle persone.

Sarà fornita la consulenza gratuita ai privati, da parte di personale esperto operante presso l’Ispettorato Micologico dell’ASL NO, per verificare la commestibilità dei funghi raccolti.
L’Ispettorato Micologico sarà operativo nei mesi di settembre-ottobre-novembre c.a. presso le due sedi S.I.A.N. presenti sul territorio con i seguenti orari:
- Sede di Novara, viale Roma n. 7 - Palazzina A – Tel. 0321.374302/308/577
- lunedì e venerdì dalle 9.00 alle 10.00
- mercoledì dalle 14.30 alle 15.30

- Sede di Arona, piazza De Filippi, n. 2 - Tel. 0322.516527/333
- lunedì e giovedì dalle 14.30 alle 15.30

Al di fuori degli orari di sportello sarà possibile richiedere la consulenza micologica previo appuntamento telefonico.

 

Sarà rilasciata la certificazione dei funghi freschi spontanei destinati alla vendita allo stato sfuso. Tale certificazione consiste nell’apposizione, su ogni cassetta contenente i funghi, di un tagliando riportante il nome scientifico dei funghi, la data, il timbro e la firma del Micologo.
Il controllo sui funghi freschi destinati alla vendita viene effettuato dai Micologi dell’ASL NO all’interno del Mercato Ortofrutticolo all’Ingrosso di Novara nei giorni di lunedì e giovedì dalle 7.00 alle e 9.00, nel periodo settembre-ottobre-novembre 2021.
Negli altri giorni lavorativi, per il territorio di Novara, la certificazione, riguardante piccoli quantitativi per ovvi motivi logistici, potrà essere rilasciata presso il S.I.A.N. di Novara – Viale Roma, n. 7 Palazzina A - dalle 8.30 alle 9.00.
Per i territori di Arona e Borgomanero la certificazione potrà essere rilasciata presso il S.I.A.N. di Arona – Piazza De Filippi, n. 2 – tutti i giorni lavorativi dalle 8.30 alle 9.00.

 

La Regione Piemonte ha modificato e approvato gli “Indirizzi operativi per la gestione dell’Ispettorato Micologico delle ASL per la disciplina della commercializzazione dei funghi epigei freschi spontanei da parte dell’Operatore del Settore Alimentare.”. Tra i punti indicati è richiamato l’obbligo, per il ristoratore che intende utilizzare funghi freschi spontanei raccolti in proprio per la preparazione di piatti da proporre ai propri clienti, di conseguire l’idoneità al riconoscimento delle specie fungine. I funghi usati nella ristorazione devono, comunque, essere certificati (così come accade per la vendita) e l’Operatore del Settore Alimentare. deve prevedere, nel proprio piano di autocontrollo, una specifica procedura atta a garantire il sicuro consumo dei funghi che comprenda le modalità di approvvigionamento, il referenziamento dei fornitori, la certificazione micologica, la conservazione e il trattamento del prodotto.

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.