1

bus

VERBANIA - 08.10.2019 - Bus scolastici sovraffollati,

regole che non sarebbero rispettate e disservizi all’ordine del giorno. Sono ben 1.683 le firme raccolte in soli 10 giorni: è il risultato della petizione promossa dal neonato Comitato sorto a difesa dei trasporti pubblici del Vco. Il documento in questione, così informano, sarà presto inviato alla Regione Piemonte. Si chiedono sostanzialmente maggiori stanziamenti a favore della società pubblica che in provincia gestisce il servizio di linea. A lamentare i continui disservizi nei trasporti pubblici del Verbano Cusio Ossola, disservizi che vengono segnalati da almeno un anno e mezzo a questa parte, sono per lo più studenti e giovani. Da qui la decisione di costituirsi in Comitato. Alessia Dicosta è stata eletta presidente.

“La mattina dalle 6.30 alle 8.30, ma anche il pomeriggio dalle 13 alle 15 gli autobus sono di numero inferiore rispetto alle esigenze degli studenti. Per non parlare degli studenti universitari che utilizzano l’autobus per andare in stazione e a volte perdono il treno, poi quando ritornano la sera devono aspettare molto per andare a casa. Secondo il Presidente di Vco Trasporti i ritardi sono del 4% delle corse. Tale percentuale non rispecchia minimamente la vastità dei ritardi presenti”. Il Comitato punta poi il dito contro alcuni autisti che non terrebbero comportamenti consoni: “Non si fermano alle fermate obbligatorie e no, e contribuiscono così a creare disagi”.

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.